Olio di palma: si o no?

Olio di palma: si o no?

Olio di palma: si o no?

L'olio di palma è davvero dannoso alla salute? è cancerogeno? è tutta una "trovata pubblicitaria"?

Da cosa e dove nasce l'olio di palma


Iniziamo col dire che l'olio di palma viene estratto dalla palma da olio e che viene prodotto prevalentemente in Malesia e in Indonesia e anche, se pur in minor quantità, in America Centrale, Sud America e Africa Occidentale.

Caratteristiche dell'olio di palma


L'olio di palma è un olio vegetale con una grande concentrazione di grassi saturi (circa il 50%) ed è questo il principale fattore che lo rende "dannoso" per la nostra salute anche se questi valori di saturazioni sono equivalenti a quelli presenti in altri prodotti come: burro di cacao, olio di cocco, strutto e margarina.

La dose giornaliera consigliata, così come per tutti i grassi saturi, per l'olio di palma è del 10%.

Il suo impiego negli ultimi anni è aumentato a dismisura per gli innumerevoli vantaggi a favore delle industrie alimentari, vediamone alcuni:

  • Basso costo

  • Grande resistenza alle elevate temperature

  • E' un olio insapore

  • Dona struttura e consistenza


In quali alimenti troviamo l'olio di palma?


Oggi l'olio di palma è presente nella maggior parte degli alimenti confezionati come prodotti da forno, merendine ma anche negli alimenti e nel latte per neonati, nel campo cosmetico, invece, viene utilizzato per creare saponi e prodotti per la cura della persona.

Polemiche e studi sull'olio di palma


Tante le polemiche e tanti i pareri discordanti sull'utilizzo dell'olio di palma e su i rischi che comporta la sua assunzione, a tal proposito, L'EFSA(autorità per la sicurezza alimentare) ha stabilito che:

"L'olio di palma, lavorato a temperature superiori ai 200°C ,se usato in grandi quantità in modo frequente, rilascia sostanze capaci di mutare il patrimonio genetico".

Le conseguenza di un elevato consumo di olio di palma può causare:

  • Aumento del colesterolo

  • Aumento delle malattie cardiovascolari

  • Rischio di obesità


Tuttavia, i rischi sono simili e complementari all'uso frequente e in grandi quantità di qualsiasi altro prodotto che contenga grassi saturi.

L'olio di palma, quindi, non è cancerogeno o perlomeno lo è se usato e dosato in modo scorretto ma a pari livello di altri alimenti con la stessa percentuale di grassi saturi.

Esiste un olio di palma buono?


Un altro discorso, invece, va fatto per l'olio di palma "integrale", infatti, quest'olio non raffinato di colore rosso presenta un'alta concentrazione di vitamina "A" ed "E" e viene consumato dalla popolazione dei paesi produttori per le carenze vitaminiche.

Olio di palma e ambiente


Il rischio dell'utilizzo dell'olio di palma non riguarda solo la "tavola"ma anche l'ambiente, basti pensare che le foreste Sud-Est asiatiche hanno perso in gran parte le loro "zone verdi" subendo un vero e proprio disboscamento.

Uno studio condotto dall'European Geoscience Union afferma che la deforestazione in Indonesia non solo sta facendo scomparire la vegetazione ma sta anche provocando un cambio di clima della stessa.

Inoltre in questi paesi vengono ripetutamente violati anche i diritti umani, con milioni di lavoratori (tra cui molti bambini e ragazzi) costretti i a ore di lavoro interminabili e paghe irrisorie, trattati come schiavi.

In conclusione, quindi, non c'è bisogno di allarmismo o di "radiare" del tutto l'olio di palma dalla nostra dieta, come in ogni cosa, c'è bisogno di misura e consapevolezza, nessun alimento rappresenta un danno alla nostra salute se assunto in modo adeguato.

L'unica battaglia che dovremmo sostenere, riguardante l'olio di palma, è quella a difesa dell'ambiente e della popolazione schiavizzata solo per l'affermazione di grandi multinazionali.

Aggiungi Commento