Alimenti per un Autunno pieno di energia

Alimenti per un Autunno pieno di energia

Alimenti per un Autunno pieno di energia

L’Estate se ne torna in soffitta e alle nostre finestre si affaccia timidamente l’Autunno. Le giornate si accorciano, magari iniziano le prime nebbie, il mare e le vacanze sono solo un ricordo e, contemporaneamente, un sogno per l’anno che verrà.

In questo contesto di bioritmi alterati, di sveglie alla mattina col Sole che ancora deve sorgere, con il fresco che inizia a farsi frizzante, diventa importantissima un’alimentazione corretta: non solo per arricchirsi delle giuste difese contro i mali di stagione, ma anche (e forse soprattutto) per aumentare i livelli di serotonina nel nostro organismo e migliorare quindi il nostro umore.

Frutta di stagione e non solo


Studi di ogni epoca dimostrano infatti una strettissima correlazione fra gli stati umorali e la salute, fra l’essere ottimisti e lo stare bene non solo psicologicamente ma anche fisicamente. E in una società come la nostra, sempre più frenetica, stressata e disinteressata a ritagliarsi qualche piccolo momento di benessere, possiamo rinunciare per lo meno a mangiare bene, soprattutto se si tratta di frutta di stagione?

Certamente non possiamo non partire dall’uva, un alimento sano e gustoso che, fra le altre cose, ha il deciso vantaggio di essere ricca di fruttosio, uno zucchero naturale che aiuta a sentirsi meno malinconici e depressi a causa del cambio di stagione. Oltretutto è un frutto di stagione, come se la Natura volesse darci qualche aiutino in più per superare questo periodo un po’ particolare. Infine, consumata con buccia e semi, aiuta in maniera decisa l’attività intestinale, cosa questa che di certo non guasta.

Un altro frutto di stagione (ed ecco di nuovo lo zampino di Madre Natura), sono i cachi: belli, arancioni e succosi, sono ricchi di sali minerali, fondamentali per l’equilibrio dell’organismo ma del tutto “innocui” se assunti in eccesso, dato che vengono espulsi automaticamente dal corpo tramite l’urina (per altro i cachi sono un ottimo diuretico). Inoltre sono ricchi di zuccheri semplici di rapida assimilazione. Unica nota: assicuratevi di mangiare i cachi quando sono belli maturi, perché altrimenti hanno lo spiacevole inconveniente di “legare in bocca”.

In questo breve elenco non si può non citare il melograno (o la melagrana, come viene chiamato in alcune zone d’Italia), frutto particolare, un po’ complicato da mangiare, ma ricchissimo di vitamina C, anch’essa essenziale in questo periodo dell’anno, quando influenze, raffreddori e mali di stagione sono all’ordine del giorno.

I fichi devo ricoprono un ruolo particolare in questo elenco: molto zuccherini, fantastici per digestione e funzionalità intestinale, l’unico neo che hanno è essere altamente calorici (100g di fichi contengono fino a 50cal).

Chiudiamo infine con la zucca, che non è propriamente un frutto, ma in ogni caso un alimento di stagione buono e, fra l’altro, molto versatile. Bollita per un ottimo risotto, tagliata a fette e fatta al forno con un leggero condimento, mangiata bollita e semplicemente condita, offre soluzioni per tutti i gusti. Non scordate di tenere da parte i semi: essiccati e tostati sono ottimi sia per arricchire il pane fatto in casa, che nei cereali della mattina.

Aggiungi Commento